Your search results

Il cane dorme nel letto con voi? È sbagliato… ma perché?

Posted by Staff on 12 marzo 2015
| 0

Per molti cinofili potrà essere una notizia difficile da mandare giù, ma tant’è: il cane non deve dormire nel letto insieme al padrone. Il divieto è scattato dopo che l’associazione americana di prodotti per cani ha lanciato un allarme: quasi la metà di coloro che hanno un animale domestico usa dormirci insieme nello stesso letto.

Per chi arriva ad amare gli animali più degli uomini, e a considerarli meritevoli di condividere persino il proprio letto, è del tutto normale trascorrerci insieme anche le ore notturne. Anzi, un simile altolà potrebbe addirittura risultare incomprensibile per costoro. Eppure, le ragioni che spiegano questo impedimento sono tutte valide e provate: dalla trasmissione di allergie a un riposo disturbato, fino all’ostilità nei confronti del/della partner che dorme insieme al padrone, sono diverse le cause che rendono questa abitudine nociva e inappropriata.

Il riposo notturno del cane non è come quello umano: è pur vero che ci sono padroni dal sonno pesante, che non vengono minimamente disturbati dal ronfare canino o dai tanti versi che il proprio animale emette durante la notte: non sono solo gli umani, infatti, a ‘parlare nel sonno’. C’è poi il problema – non da poco – delle allergie: il cane, infatti, è un grande portatore di fattori allergenici, dalla polvere ai pollini, i quali, mentre è fuori per una passeggiata, si insinuano nel suo pelo. Se poi ha l’abitudine di schiacciare anche solo un pisolino con il padrone, sarà molto facile trasmetterglieli tra le lenzuola.

Che dire, allora, del ringhio che il cucciolo di casa potrebbe riservare al vostro (o alla vostra) partner quando vede avvicinarsi qualcuno al letto, magari per condividerne l’altra metà? Ciò accade perché lo percepisce come un territorio da difendere dagli estranei.

Ci sono cani, poi, che hanno bisogno di tenersi occupati anche durante la notte e, al minimo rumore, potrebbero avvertire la necessità di svegliare il padrone per dare l’allarme. Ma questo significa dire addio a un riposo sereno e ininterrotto. E, soprattutto: se vi doveste pentire di aver fatto dormire il cane con voi, e voleste cambiare abitudine, potrebbe essere una dura impresa farlo tornare in una cesta, una cuccia o al nudo pavimento. Come biasimare, del resto, quel cane che ha provato la morbidezza di un soffice materasso o la freschezza di lenzuola pulite e profumate?

Di fronte a ragioni così solide, chi ha l’abitudine di dormire con il proprio cane potrebbe obiettare che l’ha fatto per anni, senza accusare problemi di salute (per sé) o disagi comportamentali (per il proprio animale). Ma, siccome è meglio evitare, e il suggerimento non è di parte, sarebbe bene che questi padroni ci riflettessero un po’ su.

OkyDoggy Team!

 

Lascia un feedback

Your email address will not be published.


5 + 2 =