Your search results

Cucciolo… è ora di fare il bagno!!!

Posted by Staff on 4 marzo 2015
| 0

Schermata 2015-03-04 alle 12.10.08

Nella scelta di avere un cucciolo, non solo bisogna prendere in considerazione portarli al parco o giocare ma anche l’approccio con le abitudini giornaliere legate alla toelettatura. Per esempio in razze quali il Barboncino, le attenzioni dedicate alla toeletta saranno sicuramente più lunghe e laboriose che nel caso di il nostro bello Aussi, Beagle di 4 anni. Oltre alle quotidiane operazioni di pulizia degli occhi e di controllo delle parti interdigitali (zampe) dopo le passeggiate, per verificare la non presenza di corpi estranei (spine, spighe ecc.), ci sarà poi la necessità di districare il manto da eventuali nodi.

 

Schermata 2015-03-04 alle 11.50.58 Importante, come si è detto in precedenza, è fare una distinzione tra cane e cane: Nei cani a pelo raso, sarà sufficiente provvedere alla cura del pelo spazzolando il soggetto con un semplice guanto di gomma provvisto di morbidi dentini, al fine di rimuovere pelo morto, polvere e scovare eventuali parassiti. Nei cani a palo lungo, sarà di fondamentale importanza, utilizzare una spazzola cardatore con le medesime finalità citate per i cani a pelo raso, con in più la necessità di rimuovere gli eventuali nodi. Questi si formeranno con maggiore frequenza nelle zone soggette a sfregamento quali, ascelle, sul collo se si utilizzano collari o pettorine, il dorso se si utilizzano cappottini e dove il cane si gratta con una certa frequenza.

In cani con pelo da stripping come Schnauzer ,Terrier e Spaniel, si utilizzerà la spazzola cardatore nelle zone a pelo lungo, e il guanto sulle parti sottoposte a stripping. Altra procedura di particolare importanza, riguarda il controllo dei condotti uditivi, sostanzialmente per due ragioni:

Schermata 2015-03-04 alle 11.49.42

  • In soggetti a manto lungo la crescita di pelo all’interno dell’orecchio risulta compromettente per il corretto funzionamento della parte, si dovrà quindi intervenire rimuovendolo. Per tutti i cani il controllo periodico delle cavità auricolari, eviterà che corpi estranei come le spighe possano andare a ledere il condotto uditivo.
  • E’ fondamentale che il cucciolo, già a pochi mesi di vita, venga abituato ad essere manipolato sia per semplificare le operazioni relative alla toeletta che a tutte quelle messe in pratica dal veterinario nello svolgimento delle visite abituali. Inoltre l’abitudine al lavaggio ed all’asciugatura in tenera età, favoriranno anche il toelettatore che potrà in seguito avere a che fare col cane. Se si possiede un esemplare che necessiti interventi di tosatura o stripping, sarà di grande aiuto presentare il soggetto al toelettatore il prima possibile. Questo atteggiamento eviterà la comparsa di traumi legati all’utilizzo delle attrezzature professionali profondamente differenti da quelle utilizzate in casa.

Speriamo che in questo articolo tu abbia trovato consigli utili per il bagno dil tuo cucciolo!!!

OkyDoggy Team!